FAQ Trasparenza

Trasparenza finanziaria

Hai dei dubbi e vuoi capire come funziona?

Se ci sono termini che non ti sono chiari, o se vuoi approfondire qualche tematica in particolare, consulta l'elenco delle domande più frequenti. Troverai le risposte che cerchi e le informazioni che ti possono essere utili.

Quali documenti mi devono essere consegnati prima di richiedere un finanziamento?

E' obbligo per gli istituti di credito a tutela di un diritto del richiedente rilasciare tutte le informazioni necessarie per consentire al Consumatore il confronto tra le diverse offerte di credito sul mercato.
L'obbligo viene assolto:

  • consegnando:
    • Il modulo “Informazioni Europee di Base sul Credito al Consumo” (c.d.IEBCC o SECCI) che contiene le informazioni relative ai contratti di credito, nonché le condizioni finanziarie praticate da Fiditalia. Costituisce di fatto un preventivo di finanziamento che può essere standard, contenente informazioni finanziarie valide per tutti, ovvero personalizzato in base alle esigenze e caratteristiche del richiedente.
    • qualora tu la richieda, copia del contratto idoneo per la stipula
    • modulo per il consenso al trattamento dei tuoi dati personali (se intendi sottoscrivere subito il contratto di finanziamento)
    • se sei interessato ad aderire ad una copertura assicurativa:
      • copia dell’informativa precontrattuale IVASS relativa ai programmi assicurativi
      • fascicolo informativo delle condizioni generali di assicurazione relativo al programma assicurativo
      • questionario di adeguatezza del prodotto assicurativo a protezione del credito
      • modulo di adesione al programma assicurativo
      • modulo “ICC” riportante l'indicatore totale credito calcolato con le stesse modalità del TAEG e che include anche il costo delle polizze assicurative facoltative ramo vita e miste (per importi finanziati uguali o superiori a 1.000 € e/o con durate uguali o superiori a 12 mesi). Tale modulo, allegato al SECCI/IEBCC, deve essere consegnato sempre in relazione al prodotto assicurativo a copertura del credito a protezione del credito (CPI), anche qualora tu non intendessi aderire
  • mettendo a disposizione:
    • la guida all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF)
    • la guida “Il Credito al consumatore in parole semplici

Potrai consultare ai fini della Legge sull’usura la tabella dei Tassi di Interesse Effettivi Globali Medi (TEGM), sul cartello affisso presso i Punti Credito o sul sito internet di Fiditalia.

Puoi ottenere questi documenti senza alcun impegno, per leggerli attentamente e decidere con tranquillità se firmare il contratto.

Quali documenti mi devono essere consegnati in caso io decidessi di firmare il contratto di finanziamento?

Perfezionato il contratto, è tuo diritto ricevere:

  • la copia cliente del contratto sottoscritto
  • inoltre, ricordati che hai diritto di richiedere in qualsiasi momento e senza spese l'eventuale tabella di ammortamento.

In caso di adesione al programma assicurativo:

  • copia del questionario di adeguatezza del prodotto assicurativo a protezione del credito
  • modulo di adesione al programma assicurativo
  • fascicolo informativo relativo al programma assicurativo.

Cos'è il questionario di adeguatezza del prodotto assicurativo?

Il "questionario di adeguatezza" è un documento finalizzato ad acquisire tutte le informazioni necessarie per valutare l'adeguatezza del contratto assicurativo a protezione del credito a te proposto e a verificare che soddisfi le tue reali esigenze assicurative.

Quali possono essere gli esiti del questionario di adeguatezza del prodotto assicurativo?

Se rispondi positivamente ai quesiti posti è possibile proporre un prodotto adeguato alle tue esigenze assicurative; al contrario se fornisci una o più risposte negative e/o ti rifiuti di fornire le informazioni richieste, ciò potrebbe pregiudicare la capacità di individuare una adeguata copertura assicurativa.

Come faccio a sapere quanto costa il mio finanziamento?

Per conoscere il costo del tuo finanziamento, devi fare riferimento ai seguenti indicatori:

  • il TAEG: costo totale del credito espresso in percentuale, calcolata su base annua dell’importo totale del credito. Il TAEG è comprensivo di:
    • interessi
    • premi relativi a polizze assicurative obbligatorie (solo in caso di cessione del quinto dello stipendio e della pensione nonché deleghe di pagamento)
    • eventuali commissioni
    • eventuali spese di istruttoria
    • imposte
    • ogni spesa da sostenere in relazione al tuo contratto, escluse le spese notarili.
    Sono esclusi dal calcolo del TAEG:
    • coperture assicurative facoltative
    • commissioni di estinzione anticipata
    • spese per inadempimento.
  • l'indicatore del costo totale credito che, invece, oltre alle spese già incluse nel TAEG, comprende anche le spese relative alle coperture assicurative del ramo Vita e Miste (che prevedono cioè sia Ramo Vita che Ramo Danni), quali la polizza a copertura del credito.

Le coperture assicurative sono obbligatorie?

Sono obbligatorie (ossia previste per legge) soltanto le coperture assicurative legate alla Cessione del Quinto e della pensione nonché deleghe di pagamento. Le altre coperture assicurative accessorie al finanziamento, invece, sono facoltative e non indispensabili per l'ottenimento del finanziamento alle condizioni proposte.

Quando un'offerta è realmente "a tasso zero"?

Quando sia il TAN che il TAEG sono pari a 0%. In tal caso, l'istituto erogante prevede l'azzeramento di tutti i costi connessi al credito a carico del cliente, assolvendo in proprio al pagamento delle imposte di bollo. Se il TAN è pari a 0% e il TAEG è diverso da 0%, l'offerta è “senza interessi”, in tal caso rimangono a carico del cliente il pagamento dei costi connessi all'erogazione del credito (es. imposte di bollo, spese di istruttoria).

Quali sono le altre informazioni da tenere in considerazione?

L'importo totale del credito, la durata del contratto (che può essere differente dal numero delle rate in caso di differimento nel pagamento della prima rata, l'importo totale dovuto, l'importo e la periodicità delle rate, se è obbligatorio o meno sottoscrivere una polizza assicurativa per ottenere il credito, gli eventuali servizi accessori.

Inoltre, ti consigliamo di valutare attentamente: le spese, le commissioni o le spese di istruttoria legate al contratto, il tasso applicato per gli interessi di mora, le conseguenze in caso di mancato pagamento delle rate.

Perché Fiditalia mi chiede informazioni?

In fase di apertura di un credito, è normale che le società finanziarie chiedano informazioni sul richiedente: se ha un lavoro fisso, se ha una casa di proprietà, ecc. Inoltre, le società finanziarie, consultando i Sistemi di Informazioni Creditizie (S.I.C.), esaminano l'affidabilità creditizia di chi intende sottoscrivere un finanziamento, verificando la solvibilità del Cliente rispetto alla richiesta di credito e se in passato ha rimborsato con puntualità le rate di eventuali altri finanziamenti.

Queste informazioni sono utili per valutare il "merito creditizio" e capire se il richiedente è in grado di far fronte al rimborso delle rate. Ciò si rende necessario per prevenire il sovra indebitamento a tutela del Consumatore, qualora emergesse un grado di esposizione troppo alto.

Voglio conoscere la mia posizione nei Sistemi di Informazioni Creditizie (o S.I.C.), cosa devo fare?

Il Cliente ha diritto di conoscere i propri dati, e di esercitare i diritti relativi al loro utilizzo (la rettifica, l'aggiornamento, la cancellazione…). Occorre inviare una richiesta scritta direttamente ai S.I.C., utilizzando il modulo di richiesta per l'accesso ai propri dati personali.

I principali S.I.C. sono:

CRIF S.p.A. (Centrale Rischi Finanziari)
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Via Zanardi, 41 - 40131 Bologna
www.crif.it

CTC (Consorzio Tutela del Credito)
Corso Italia, 17 - 20122 Milano
www.ctconline.it

Assilea Associazione Italiana Leasing
Via Massimo d’Azeglio, 33 - 00184 Roma
www.assilea.it

I tempi di conservazione dei dati sono stati stabiliti dal codice di deontologia e buona condotta e sono organizzati secondo tempi diversi, come riportato sul modulo codice deontologico, parte integrante del contratto.

Chi può richiedere un finanziamento?

Tutte le persone fisiche, Consumatori, e/o giuridiche possono richiedere un finanziamento.
Sono necessarie almeno due condizioni basilari:

Persone fisiche

  • l'aver compiuto 18 anni - obbligo di legge per la sottoscrizione di una qualunque tipologia di contratto
  • disporre di un reddito sufficiente a rimborsare le rate
  • è poi necessario presentare un documento di identità per l'identificazione da parte dell'Istituto di credito erogante il credito.

Persone giuridiche

  • disporre di un reddito d'impresa
  • essere rappresentato da persona fisica che abbia compiuto 18 anni - obbligo di legge per la sottoscrizione di una qualunque tipologia di contratto
  • dichiarazione del titolare effettivo del rapporto
  • è poi necessario presentare un documento di identità per l'identificazione del sottoscrittore da parte dell'Istituto di credito erogante il credito.

E se ci ripenso?

Puoi recedere entro 14 giorni dalla conclusione del contratto o dal momento in cui hai ricevuto tutte le informazioni previste. Il diritto di recesso vale anche per i servizi accessori (quali i programmi assicurativi) legati al contratto di credito.

Se il contratto ha avuto esecuzione in tutto o in parte, entro 30 giorni dall'invio della comunicazione di recesso, il Cliente è tenuto a restituire il capitale e a pagare gli interessi maturati fino al momento della restituzione, calcolati secondo quanto stabilito dal contratto. Inoltre rimborsa all'istituto creditore le somme non ripetibili da questa corrisposte alla pubblica amministrazione.

E' possibile recedere soltanto dal contratto assicurativo e proseguire con il contratto di finanziamento?

Al Consumatore è riconosciuto:

  • un periodo di 30 giorni dalla data di decorrenza del contratto assicurativo diverso da ramo vita o miste per esercitare il diritto di recesso. E' possibile eseguire il recesso di una sola o più polizze abbinate al contratto. In questo caso, dal capitale residuo viene detratta la quota di linea capitale non ancora contabilizzata.
  • un periodo di 60 giorni dalla data di decorrenza del contratto assicurativo ramo vita o miste per esercitare il diritto di recesso. E' possibile eseguire il recesso di una sola o più polizze abbinate al contratto. In questo caso, dal capitale residuo viene detratta la quota di linea capitale non ancora contabilizzata. A seguito del recesso, il nuovo piano di ammortamento presenta capitale residuo e rata mensile inferiori.

La compagnia assicurativa invia al Cliente la conferma di avvenuto recesso, mentre Fiditalia comunica al Cliente le nuove condizioni.

In caso di estinzione anticipata del finanziamento, è prevista l'applicazione di un indennizzo per l'istituto di credito?

Dal 1 giugno 2011 l'applicazione di un indennizzo è disciplinato dalla trasparenza bancaria e valida per tutti gli istituti di credito, come generalmente espresso nelle condizioni generali di contratto.

L'indennizzo non è mai dovuto dal Consumatore se:

  • il rimborso anticipato è effettuato in esecuzione di un contratto assicurativo a copertura del credito
  • se viene effettuato per saldare un contratto di apertura di credito (esempio: linee di credito rotative con o senza carta )
  • se il rimborso avviene in un periodo in cui non si applica un tasso di interesse predeterminato dal contratto
  • se l'importo rimborsato anticipatamente corrisponde all'intero debito residuo ed è inferiore o pari a 10.000 Euro.

All'importo da versare per estinguere anticipatamente il prestito viene applicato un indennizzo:

  • non superiore all'1% dell'importo rimborsato in anticipo, se la durata residua è superiore a 1 anno
  • non superiore allo 0,5% dell'importo rimborsato in anticipo, se la durata residua è inferiore all'anno.

Voglio inoltrare un reclamo, a chi mi devo rivolgere?

I reclami devono essere inoltrati in forma scritta a:

Fiditalia S.p.A. - Servizio Reclami
Via G. Silva, 34 - 20149 Milano
Fax. 02.43.01.89.96
e-mail: reclami@fiditalia.it
PEC: Reclami@PEC2.Fiditalia.it

Come mi devo comportare in caso di difficoltà nel pagamento delle rate?

Contatta immediatamente Fiditalia, per individuare una soluzione che consenta una gestione puntuale del finanziamento, al seguente numero: 02. 4301.8747

Ricordati inoltre di comunicare tempestivamente ogni variazione di dati (anagrafici o bancari) contattando il Servizio Clienti ai seguenti contatti:

Variazione di dati anagrafici

Invia copia del codice fiscale/documento di riconoscimento tramite:

oppure

  • fax al numero 02.4301.8895

Variazione indirizzo

Invia:

oppure

  • un fax al numero 02.4301.8895

Variazione coordinate bancarie

Invia il modulo SDD con le nuove coordinate bancarie tramite:

oppure

  • fax, al numero 02.4301.8896

I moduli necessari sono disponibili su CliccaFiditalia, l'area riservata di Fiditalia.

Ho sottoscritto un finanziamento Fiditalia presso un convenzionato. Si è verificata la mancata consegna del bene acquistato. Posso chiedere la risoluzione del contratto di credito?

Dal giugno 2011 in caso di inadempimento del fornitore di beni e/o servizi, il Consumatore, dopo aver effettuato la messa in mora del rivenditore senza esito, ha diritto alla risoluzione del contratto di credito se ricorrono le condizioni previste dall'art 1455 del Codice Civile ovvero: "Il contratto non si può risolvere se l'inadempimento di una delle parti ha scarsa importanza, avuto riguardo all'interesse dell'altra." In questo caso, ti verranno restituite le rate versate e gli oneri applicati.

Ricorda: fino alla risoluzione del contratto, devi comunque proseguire con il rimborso delle rate.

Per altre FAQ sui prodotti e servizi Fiditalia, clicca qui